RICORDANDO….DAHL

Cento anni fa, nel settembre del 1916, nasceva uno dei più grandi scrittori dell’infanzia del ‘900: l’inglese, di origini norvegese, Roald Dahl (1916-1990). A vederlo, non si sarebbe detto che fosse un uomo dedito alla scrittura per bambini: era infatti un uomo alto quasi due metri, che si era conquistato onori combattendo nell’aviazione inglese durante la seconda guerra mondiale. Eppure, dietro a quella immagine , si nascondeva un cuore “infantile”, fatto di fantasia e buona dose di umorismo. Elementi che avrebbe trasfuso a piene mani nei suoi romanzi. Chi non ricorda, ad esempio, “ La fabbrica di cioccolata” (1964) con il suo bizzarro protagonista, così bene rappresentato nell’omonimo film da quel grande attore, recentemente scomparso, che fu Gene Wilder? Chi non ha mai sentito parlare de “ Gli sporcelli” (1980)? Quale maestra, durante magari un torneo di lettura, non ha proposto “ Matilde”, “ Il grande ascensore di cristallo” o “ Le streghe”? Ebbene, son tutte opere di Dahl. Opere caratterizzate, soprattutto, dalla capacità di incuriosire e di divertire, qualità che non lasceranno indifferenti i giovanissimi lettori. Da ricordare, poi, che questo scrittore si occupò molto di opere caritatevoli e di solidarietà, soprattutto a favore dei bambini. Oggi esiste una fondazione, da lui tanto voluta, che porta il suo nome: la “ The Roald Dahl Foundation”. Ebbene, se si acquista un suo libro, il 10% del ricavato va devoluto ad essa. Si sosterranno, così, bambini affetti da epilessia, da malattie del sangue e da cerebrolesioni acquisita. Uno stimolo in più per avvicinarsi a questo grande scrittore.
-Povoli Germano-

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>