RICORDANDO….CERVANTES

Nello stesso anno nel quale moriva il grande William Shakespeare, il 1616, lasciava questa terra anche uno dei più grandi scrittori spagnoli: Miguel de Cervantes (1547-1616). Ebbe una vita molto avventurosa, in seguito alla sua scelta di dedicare la propria esistenza alla vita militare. Scelta che lo portò a partecipare alle più importanti battaglie dell’epoca, la più famosa delle quali fu, senza dubbio, quella di Lepanto, combattuta nel 1571. Ma questo non lo distolse dalla sua vera passione, per la quale ancora oggi, a distanza di quattrocento anni, è ancora ricordato: la scrittura. Egli fu, infatti, autore di poesie, di novelle, di opere teatrali, ma soprattutto scrisse il primo grande romanzo dell’epoca moderna: “ Don Chisciotte della Mancia” (1605-1615). Romanzo straordinario con due protagonisti, Don Chisciotte e il suo fido scudiero Sancio Panza, che non possono lasciare indifferenti. Entrambi simboli di un’aspirazione ad una vita vera, non banale, costruita su veri valori ed ideali alti. Non importa se specchio di un’epoca passata, non importa se manifestazioni di una mente ottenebrata dalle eccessive lettura: quello che importa è il coraggio che i due protagonisti ci mettono nell’ affrontare l’esistenza, la passione che sprigionano per raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati. Don Chisciotte, dunque, non come specchio di una follia senza tempo, ma eroe positivo alla ricerca di grandi ideali per i quali vale la pena vivere e lottare. Penso, quindi, che sia importante che i nostri giovani leggano questo capolavoro intramontabile. Ve lo assicuro, non ne resteranno delusi. Non solo per la bellezza delle avventure proposte, ma soprattutto per la grandezza del suo protagonista che, con il suo modo di affrontare la vita, può insegnare ancora molto a questa nostra epoca.
-Povoli Germano-

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>